31
Gennaio
2023
Iniziative di altri enti

AVSI: “Gli estremi del mondo fisico: Dai quark alle Galassie – dall’ infinitamente piccolo del micro-mondo alla base della materia all’infinito dell’Universo”

Evento: Dal 31 Gennaio 2023 al 18 Gennaio 2023
Modalità Mista: Sede AVSI Milano e Diretta Zoom
Via Donatello 5B
Milano (MI)

AVSI, organizzazione non profit, nata nel 1972, realizza progetti di cooperazione allo sviluppo e aiuto umanitario. Ogni anno AVSI propone una campagna di raccolta fondi che si propone di fornire un aiuto concreto a migliaia di persone in forte difficoltà in diverse aree del mondo, con progetti di cooperazione allo sviluppo, rivolti in particolare all’educazione, soprattutto verso bambini e ragazzi. Grazie a questa campagna di solidarietà, Avsi ha potuto realizzare, nel corso degli anni più di 300 progetti in 39 Paesi di tutto il mondo.

La Campagna 2022/2023 ha a tema La pace si può. Cominciamola noi. Per sostenere la raccolta fondi a favore dei progetti 22/23, il prof. Gianpaolo Bellini, insieme ad alcuni scienziati, propone otto conversazioni scientifiche divulgative.

Gianpaolo Bellini è Professore emerito all’Università di Milano e ricercatore emerito dell’Istituto nazionale di fisica nucleare, fisico sperimentale delle Particelle Elementari. Ha guidato vari gruppi di ricerca, svolgendo e dirigendo esperimenti presso il Centro Europeo di Ricerche Nucleari (CERN-Ginevra- CH), l’ “Institute of High Energy Physics” (IHEP-Serpukhov-URSS e ora Russia), il “Fermi National Laboratory” (FNAL-Chicago-USA) e infine i Laboratori Nazionali del Gran Sasso (LNGS-Assergi-Italia). Membro dell’Istituto Lombardo, Accademia di Scienze e Lettere, e Socio Benemerito della Società Italiana di Fisica, è stato insignito di vari premi e  collabora con AVSI da più di 10 anni.

Le conversazioni saranno naturalmente aperte alle domande del pubblico.

TERZO INCONTRO – MARTEDÌ 31/1/2023 alle ore 18,30.

Come funziona il nostro cervello. (Relatore Mauro Ceroni)

Tema della conversazione: Si illustra come il cervello controlla e comanda il movimento sia quello volontario sia tutti quegli aspetti automatici che assicurano l’incredibile versatilità della nostra capacità motoria. Si mostra come viene appreso e assicurato il linguaggio nei bambini e nell’adulto e le possibili lesioni che determinano alterazioni del linguaggio. Si illustrano i centri e i meccanismi che assicurano la coscienza come vigilanza e si spiega il significato del sonno, nonché i centri e i meccanismi della memoria dichiarativa, viso-spaziale e procedurale-motoria. Si trae la conclusione che il cervello assicura tutta l’espressività del singolo: nessun minimo aspetto di me accade senza attivazione cerebrale; ma, allora, io sono il mio cervello?

Mi chiedo: quando sollevo gli occhiali sono io a farlo o è il mio cervello che me lo fa fare? Sostenere che il cervello decida tutte le nostre azioni, è una posizione che non è basata su dati scientifici, ma sull’ideologia riduzionista che nulla ha a che fare con la scienza.

Ma, allora, come si fa a studiare e rendersi conto di cosa sia la coscienza? qual è il mistero ancora irrisolto del rapporto coscienza/cervello? il mistero vero è come questi due aspetti che indubitabilmente costituiscono la persona umana stiano insieme, anzi siano inseparabili.

SECONDO INCONTRO – MERCOLEDì 18/1/2023 alle ore 18,30.

Come e perché il Sole e le stelle brillano (relatore: Gianpaolo Bellini)

Tema della conversazione: l’umanità, fin dai suoi primordi, si è sempre interrogata sulla natura delle luci che risplendevano di notte nel cielo; dopo la nascita della scienza moderna l’interrogativo ha riguardato non più la natura, ma i meccanismi che permettono alle stelle, e anche al Sole, di produrre grandi quantità di energia e quindi di brillare. Negli ultimi anni questa multi-millenaria domanda ha avuto finalmente una risposta grazie ad un esperimento, durato 32 anni, installato nel laboratorio sotterraneo del Gran Sasso. L’esperimento si basa su un rivelatore estremamente sofisticato, capace di catturare le informazioni che vengono dal Sole per mezzo di una elusiva particella, chiamata neutrino. Da queste informazioni l’esperimento, denominato Borexino, unico al mondo rispetto al passato e al presente, nonché, nelle previsioni, nel futuro prossimo, è riuscito a risalire ai meccanismi di natura nucleare che alimentano il Sole e le stelle di qualunque dimensione.

PRIMO INCONTRO – VENERDI’ 16/12 alle ore 18,30

Gli estremi del mondo fisico: Dai quark alle Galassie – dall’ infinitamente piccolo del micro-mondo alla base della materia all’infinito dell’Universo. (relatore: Gianpaolo Bellini)

Tema della conversazione: a seguito dello studio perseguito dai chimici prima e dai fisici poi nell’ultimo secolo e mezzo, si è scoperto che sotto il macromondo, in cui viviamo, esiste un micromondo che è alla base di tutta la materia e che la regge. Nella materia non c’è nulla di casuale: tutto è sorretto da una rete logica di leggi, le cui eccezioni sono anch’esse regolate. Questa rete di leggi era già lì in posizione prima del famoso Big Bang che ha dato origine all’Universo e al suo sviluppo. Gli astrofisici sono riusciti a individuare l’esistenza di miliardi di Galassie ognuna delle quali contiene miliardi di stelle, e hanno anche ricostruito come nascono, vivono e muoiono le stelle insieme ai pianeti che le circondano e quale influsso hanno sulla nascita di tutti gli elementi. Inoltre, risalendo all’indietro di miliardi di anni nella vita dell’Universo, se ne è potuta osservare la vita da neonato (350.000 anni dalla sua nascita rispetto ai 13,8 miliardi di anni della sua vita) e scoperto che la sua espansione accelera, sottintendendo quindi l’esistenza di una energia sconosciuta, la cosiddetta energia oscura, che domina l’Universo per il 70%. Accanto a questa energia sconosciuta c’è anche una materia inaspettata, chiamata materia oscura, la quale è presente nell’Universo per il 25%. Di conseguenza, tutto ciò che è stato osservato e osserviamo tuttora si riduce al solo 5% della massa-energia dell’Universo.

  • Le lezioni si svolgono sia in presenza, presso la sede AVSI di Milano in Via Donatello 5B, sia online su ZOOM. Per prenotare la partecipazione in presenza potrete mandare una mail a retesostenitori@avsi.org; la donazione minima sarà di 30 euro a persona; potrete fare la donazione direttamente prima della lezione, oppure tramite bonifico bancario sul conto di seguito con causale “lezione Prof Bellini 16/12” o c/c intestato a FONDAZIONE AVSI presso Unicredit SPA IBAN: IT 22 T 02008 01603 000102945081
  • Per la partecipazione online la donazione minima è di 20 Euro a persona; potrete prenotarvi attraverso il sito cliccando il seguente link: https://www.avsi.org/cosa-puoi-fare-tu/dona-ora  e scegliendo nel menu a tendina di “Scegli un progetto”, specificando poi nella riga “Inserisci l’evento” “Lezione prof Bellini 16/12”.
  • Ricevuta l’iscrizione verrà inviato il link per il collegamento.

Per ulteriori informazioni potete scrivere a retesostenitori@avsi.org.

Consulta il Programma degli Incontri

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione, per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Dovrai accettare l’uso dei nostri cookie per continuare a utilizzare il nostro sito web. Leggi l’informativa privacy e la cookie policy.