Normative Nazionali

DECRETO LEGGE 22 marzo 2021 n. 41, cd Decreto Legge Sostegni

― 23 Marzo 2021

Pubblicato in Gazzetta Ufficiale in data 22 marzo 2021 il testo del Decreto legge Sostegni  (Decreto Legge 22 marzo 2021, n. 41) Misure urgenti in materia di sostegno alle imprese e agli operatori economici, di lavoro, salute e servizi territoriali, connesse all’emergenza da COVID-19, in vigore dal 23 marzo 2021, approvato nella serata di venerdì 19 marzo, dal Consiglio dei Ministri, su proposta del premier Mario Draghi, del ministro dell’Economia e delle Finanze, Daniele Franco, e del ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Andrea Orlando.

Il “Decreto Sostegni” contiene numerosi interventi in materia di lavoro e contrasto alla povertà, illustrati in conferenza stampa dal titolare del Dicastero, Andrea Orlando, e interviene, con uno stanziamento di circa 32 miliardi di euro, pari all’entità massima dello scostamento di bilancio già autorizzato dal Parlamento, al fine di potenziare gli strumenti di contrasto alla diffusione del contagio da COVID-19 e di contenere l’impatto sociale ed economico delle misure di prevenzione adottate.

Sono cinque le aree toccate dal provvedimento:

  • sostegno alle imprese e agli operatori del terzo settore;
  • lavoro e contrasto alla povertà;
  • salute e sicurezza;
  • sostegno agli enti territoriali;
  • ulteriori interventi settoriali.

L’obiettivo del Decreto-legge è assicurare un sistema rinnovato e potenziato di sostegni, calibrato secondo la tempestività e l’intensità di protezione che ciascun soggetto richiede.

In particolare, per quanto riguarda lavoro e contrasto alla povertà, il provvedimento prevede:

  • la proroga del blocco dei licenziamenti fino al 30 giugno 2021;
  • la proroga della Cassa integrazione guadagni
  • il rifinanziamento, per 400 milioni di euro, del Fondo sociale per occupazione e formazione;
  • una indennità di 2.400 euro per i lavoratori stagionali e a tempo determinato e di importo variabile tra i 1.200 e i 3.600 euro per i lavoratori sportivi;
  • il rifinanziamento nella misura di 1 miliardo di euro, del fondo per il Reddito di Cittadinanza, al fine di tenere conto dell’aumento delle domande;
  • il rinnovo, per ulteriori tre mensilità, del Reddito di emergenza e l’ampliamento della platea dei potenziali beneficiari;
  • l’incremento di 100 milioni di euro del Fondo straordinario per il sostegno degli enti del terzo settore;
  • la proroga degli interventi per i lavoratori in condizioni di fragilità.

Vai alle slide “PER IL LAVORO”

Leggi il comunicato stampa di Palazzo Chigi

Vai alla Circolare dello Studio Scacciante

 

 

 

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione, per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Dovrai accettare l’uso dei nostri cookie per continuare a utilizzare il nostro sito web. Leggi l’informativa privacy e la cookie policy.