Normative Nazionali

AGIDAE: Verbale Accordo 5 maggio 2020

― 6 Maggio 2020

Il giorno 5 maggio 2020 si è riunita la Commissione Paritetica Nazionale composta da:

  • AGIDAE: P. Francesco Ciccimarra, Fr. Bernardino Lorenzini, Suor Teresita Moiraghi, Suor Emanuela Brambilla, Suor Maria Annunciata Vai;
  • FLC CGIL: Giusto Scozzaro; Leonardo Croatto,
  • CISL Scuola: Elio Formosa;
  • UIL Scuola Rua: Adriano Enea Bellardini;
  • SNALS CONF.S.A.L.: Silvestro Lupo; Giovanni Visco;
  • SINASCA: Pierluigi Cao

per esaminare la difficile situazione delle scuole in seguito alla diffusione del CORONAVIRUS-19 e ha condiviso la necessità e l’urgenza di ricorrere ulteriormente alle prestazioni dei diversi Ammortizzatori sociali individuati nel DL 17 marzo 2020 n. 18, artt. 19-22 e successive modifiche e integrazioni, allo scopo di sostenere l’occupazione ed evitare licenziamenti dovuti alla crisi sopra rappresentata.
Di conseguenza:

  • per tutti i datori di lavoro, che occupano mediamente più di cinque dipendenti, attualmente sottoposti alla contribuzione FIS, di cui alla Legge 148/2015, si potranno attivare le procedure di cui all’art. 19 del citato Decreto Legge 18/2020, come modificato dalla Legge n. 27/2020;
  • per tutti gli altri datori di lavoro, a prescindere dal numero dei dipendenti in servizio al 23 febbraio 2020, per i quali non trovino applicazione le tutele previste dalle vigenti disposizioni in materia di sospensione o riduzione di orario, in costanza di rapporto di lavoro, si attiverà la procedura di cui all’art. 22, comma 1 del DL . 18/2020 (Cassa integrazione in deroga), come modificato dalla Legge n. 27/2020; tale procedura si applica anche nei confronti di tutti gli enti ecclesiastici civilmente riconosciuti, ove non rientranti nella tutela del FIS e a prescindere dal numero dei dipendenti in forza al 23 febbraio 2020.

La richiesta degli ammortizzatori sociali di cui al presente Accordo può coprire un periodo massimo di nove settimane, aggiuntive alle nove settimane previste e regolate dall’Accordo del 19 marzo 2020.

I datori di lavoro si impegnano a mantenere, durante i suddetti periodi di attivazione del FIS/Cassa di integrazione in deroga, gli attuali livelli occupazionali, corrispondendo ai lavoratori un’integrazione pari al 10% della quota oraria FIS o CIGD spettante a ciascun lavoratore.

Per quanto concerne il FIS il datore di lavoro si impegna ad anticipare mensilmente l’assegno ordinario previsto.

Al link sottostante il testo integrale dell’Accordo.

Verbale Accodo 5/5/2020

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione, per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Dovrai accettare l’uso dei nostri cookie per continuare a utilizzare il nostro sito web. Leggi l’informativa privacy e la cookie policy.