Normative Nazionali

COVID-19: FASE 2 – Riapertura immediata per imprese strategiche e cantieri pubblici

― 28 Aprile 2020

Come previsto dal DPCM del 26 aprile, dal 4 maggio 2020 riprendono diverse attività produttive industriali con la ripartenza del settore manifatturiero e delle costruzioni, anche per quanto riguarda la scuola, insieme al commercio all’ingrosso delle relative filiere.
Nel dettaglio risultano pertanto consentite tutte le attività indicate nell’allegato 3 del dpcm 26 aprile 2020, tra le quali, rispetto al dpcm del 10 aprile 2020, risultano ora ricomprese anche quelle relative al settore del tessile, della moda, dell’auto, dell’industria estrattiva, della fabbricazione di mobili.
Il sito del Governo, nella sezione FAQ, continuamente aggiornata, precisa che l’elenco del DPCM deve considerarsi esaustivo, nel senso che non è più prevista la comunicazione al prefetto per proseguire le attività degli impianti a ciclo produttivo continuo, le attività dell’industria dell’aerospazio e della difesa, incluse le lavorazioni, gli impianti, i materiali, i servizi e le infrastrutture essenziali per la sicurezza nazionale e il soccorso pubblico, nonché le attività funzionali ad assicurare la continuità delle filiere produttive.
Le imprese le cui attività non sono sospese dovranno comunque rispettare i contenuti dei protocolli di regolamentazione delle misure per il contrasto e il contenimento della diffusione del virus covid-19 negli ambienti di lavoro (Allegato 6), nei cantieri (Allegato 7), nel settore del trasporto e della logistica (Allegato 8), espressamente indicati all’articolo 2, comma 6, del dpcm 26 aprile 2020 e a quest’ultimo allegati.

Il 26 aprile i Ministri dello Sviluppo economico, della Salute, delle Infrastrutture e dei Trasporti, hanno inviato una nota al Ministro dell’Interno che chiarisce quali imprese possono continuare le attività in quanto di rilevanza strategica per l’economia nazionale (art. 2, comma 7, DPCM 10-04-2020), oltre alle imprese che operano nei settori ricompresi nella cosiddetta disciplina del Golden Power (difesa, sicurezza nazionale, energia, trasporti e comunicazioni).
In base alla nota, dal 27 aprile possono ripartire le imprese e i distretti del settore manifatturiero la cui attività sia rivolta prevalentemente alle esportazioni e le aziende del comparto costruzioni per i cantieri che operano per scongiurare il rischio di dissesto idrogeologico del territorio o nei settori dell’edilizia residenziale pubblica, dell’edilizia scolastica e dell’edilizia penitenziaria.

Il testo integrale delle FAQ predisposte dal Governo è al link.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione, per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Dovrai accettare l’uso dei nostri cookie per continuare a utilizzare il nostro sito web. Leggi l’informativa privacy e la cookie policy.