Normative Nazionali

CSPI: Pareri relativi agli schemi di decreto su GIT e CTS

― 4 Ottobre 2021

Il Consiglio Superiore della Pubblica Istruzione, nella seduta plenaria n. 62 dell’1/10/2021, ha approvato i seguenti pareri:

Alla luce della Sentenza del TAR del Lazio n. 9795 del 14 settembre 2021, che ha annullato il decreto ministeriale sull’adozione dei nuovi modelli di PEI, l’Organismo dichiara che il Ministero dell’Istruzione avrebbe dovuto fornire indicazioni alle scuole orientate a ridurre confusione e disorientamento nell’attuazione delle misure inclusive.

Le modifiche introdotte dal D.Lgs. 7 agosto 2019 n. 96 al D.Lgs. 13 aprile 2017 n. 66, in particolare all’art. 9 comma 1, che interviene sull’art. 15 della L. 104/92, hanno istituito, invece, una pluralità di organismi con funzioni e ruoli sovrapponibili. Lungi dal semplificare, quindi, i D.Lgs in questione confondono gli operatori territoriali preposti all’attuazione dell’inclusione.

Il CSPI, pertanto, ritiene che le funzioni e le modalità di collaborazione, relazione e coordinamento tra i diversi organismi territoriali, operanti sul tema dell’inclusione, possano essere stabilite e circoscritte in un unico decreto. 

Per quanto concerne la formazione del CTS, il Decreto introduce procedure non previste dalla norma di riferimento, che prevede unicamente l’individuazione delle istituzioni scolastiche di riferimento.

Critiche più numerose sono rivolte, poi, ai Decreti che istituiscono i GIT, poiché provocano sovrapposizioni e confusioni di competenze.

Infine, il CSPI sottolinea che i docenti membri di tali organismi, CTS e GIT, dovrebbero avere un distacco quantomeno parziale dall’insegnamento.

Per approfondire: link

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione, per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Dovrai accettare l’uso dei nostri cookie per continuare a utilizzare il nostro sito web. Leggi l’informativa privacy e la cookie policy.