Normative Nazionali

Decreto Rilancio: Modifiche all’art. 48 – servizi educativi e socioassistenziali

― 1 Giugno 2020

Il Dl 34/2020 ha modificato anche l’articolo 48 del Dl 18 relativo ad alcuni servizi educativi e socioassistenziali.
La disposizione aveva lo scopo di consentire la riprogrammazione di alcuni servizi sospesi per effetto dell’emergenza.
In primo luogo è ampliata la platea dei servizi interessati. Ai servizi educativi e scolastici 0-6 anni (art. 2 Dlgs 65/2017) e alle attività sociosanitarie e socioassistenziali nei centri diurni per anziani e per persone con disabilità si aggiungono i servizi dell’appoggio scolastico a favore di disabili certificati i sensi della Legge 104/1992.

Il comma 2 è stato modificato prevedendo la possibilità per le pubbliche amministrazioni di corrispondere agli enti gestori dei servizi sospesi una prima quota come corrispettivo delle prestazioni alternative coprogettate, una seconda quota di remunerazione per il mantenimento delle strutture chiuse e una terza quota, prevista dal dl in esame, “quale contributo a copertura delle spese residue incomprimibili, tenendo anche in considerazione le entrate residue mantenute, dagli stessi gestori, a seguito dei corrispettivi derivanti dai pagamenti delle quote di cui al presente comma e di altri contributi a qualsiasi titolo ricevuti.”

Il comma 3 affermava che a fronte dei pagamenti di cui al comma 2 il datore di lavoro non poteva sospendere i lavoratori. La riscrittura del comma afferma invece che a seguito dell’attivazione dei servizi coprogettati, i gestori possono usufruire, “in relazione alle ore non lavorate, dei trattamenti del fondo di integrazione salariale e di cassa integrazione in deroga laddove riconosciuti per la sospensione dei servizi educativi per l’infanzia.”

Il chiarimento dovrebbe aver risolto i numerosi motivi contrasto con le organizzazioni sindacali e alcuni committenti pubblici.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione, per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Dovrai accettare l’uso dei nostri cookie per continuare a utilizzare il nostro sito web. Leggi l’informativa privacy e la cookie policy.