PRESIDENZA CONSIGLIO DEI MINISTRI: DPCM 22 marzo 2020

― 23 Marzo 2020

Pubblicato in G.U. (Domenica 22 marzo 2020, n. 76 – anno 161 – edizione straordinaria) il nuovo DPCM “Ulteriori disposizioni attuative del decreto-legge 23 febbraio 2020, n. 6, recante misure urgenti in materia di contenimento e gestione dell’emergenza epidemiologica da COVID-19, applicabili sull’intero territorio nazionale”.

Il nuovo decreto conferma la sospensione del servizio di apertura al pubblico di musei e altri istituti e luoghi della cultura di cui all’articolo 101 del codice beni culturali, nonché dei servizi che riguardano l’istruzione ove non erogati a distanza o in modalità da remoto nei limiti attualmente consentiti.

Il nuovo decreto prevede, inoltre, la sospensione di tutte le attività produttive industriali e commerciali non essenziali e indispensabili e il divieto a tutte le persone fisiche di trasferirsi o spostarsi, con mezzi di trasporto pubblici o privati, in un comune diverso rispetto a quello in cui attualmente si trovano.
Restano sempre consentite anche le attività che sono funzionali ad assicurare la continuità delle filiere delle attività indispensabili, nonché dei servizi di pubblica utilità e dei servizi essenziali. Il decreto consente l’esercizio delle attività professionali.

Le disposizioni del decreto entrano in vigore il 23 marzo e sono efficaci fino al 3 aprile 2020. Le stesse si applicano, cumulativamente a quelle di cui al decreto del Presidente del Consiglio dei Ministri 11 marzo 2020 nonché a quelle previste dall’ordinanza del Ministro della salute del 20 marzo 2020 i cui termini di efficacia, già fissati al 25 marzo 2020, sono entrambi prorogati al 3 aprile 2020.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione, per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Dovrai accettare l’uso dei nostri cookie per continuare a utilizzare il nostro sito web. Leggi l’informativa privacy e la cookie policy.