Normative Nazionali

INPS: Bonus baby sitter, centri estivi, servizi integrativi infanzia – è possibile inoltrare le domande con nuovi importi

― 8 Giugno 2020

Con il messaggio numero 2350 del 5 giugno l’INPS comunica che sul portale dell’Istituto sono state implementate le funzionalità per richiedere il nuovo bonus centri estivi e il bonus baby sitter con gli importi aggiornati al Decreto Rilancio Italia.

Come previsto dal Dl Rilancio, l’importo del bonus baby sitter è stato aumentato a:

  • 1200 euro per la generalità dei lavoratori dipendenti del settore privato, ai cococo, ai professionisti iscritti alla gestione separata o a casse private e agli autonomi AGO;
  • 2000 euro per i dipendenti pubblici dei settori sanità, sicurezza e ordine pubblico.

Lo stesso bonus può essere inoltre usato per pagare le iscrizioni ai centri estivi e servizi integrativi per l’infanzia.
Inoltre, possono fare domanda anche coloro che hanno già fruito della prestazione di bonus baby-sitting (Cura Italia) per un importo massimo di 600 euro (o 1.000 euro) a seconda del settore di appartenenza.

I soggetti che potenzialmente possono essere ammessi alla fruizione del bonus di 1200 euro sono i genitori di figli di età non superiore a 12 anni:

  • dipendenti del settore privato;
  • iscritti in via esclusiva alla Gestione separata INPS;
  • lavoratori autonomi iscritti all’INPS (AGO o gestione separata);
  • professionisti iscritti alle casse professionali.

Per i soggetti su elencati spetta un contributo massimo di 1.200 euro per nucleo familiare, da usare per prestazioni di baby sitter, nel periodo dal 5 marzo 2020 al 31 luglio 2020.

Lo stesso contributo può essere usato anche per l’iscrizione dei figli a centri estivi e per servizi integrativi per l’infanzia fino al 31 luglio 2020 anche alternativamente. Il bonus centri estivi può essere richiesto anche per più figli, ma sempre nel limite dei 1200 euro per nucleo familiare.

Coloro che hanno già fruito in tutto o in parte del bonus baby sitter di 600 euro (Cura Italia), potranno presentare una nuova domanda per l’importo residuo, ovvero fino al raggiungimento dei 1200 euro.

 

Messaggio_INPS_numero_2350_del_05-06-2020

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione, per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Dovrai accettare l’uso dei nostri cookie per continuare a utilizzare il nostro sito web. Leggi l’informativa privacy e la cookie policy.