Normative Nazionali

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE: Presentati gli Orientamenti interculturali. Idee e proposte per l’integrazione di alunne e alunni provenienti da contesti migratori. Aggiornamento e attualizzazione delle linee guida del 2014

― 21 Marzo 2022

Ministero dell’Istruzione, Comunicati, miur.gov.it, 18.03.22

Con un Comunicato del 18 marzo 2022, il Ministero dell’Istruzione rende noto di aver presentato all’Università di Roma Tre il documento in oggetto, intitolato “Orientamenti interculturali. Idee e proposte per l’integrazione di alunni e alunne provenienti da contesti migratori“, curato dall’’Osservatorio nazionale per l’integrazione degli alunni stranieri e l’educazione interculturale del Ministero dell’Istruzione, che aggiorna e attualizza quanto già delineato nelle  Linee guida per l’integrazione degli alunni stranieri pubblicate nell’anno 2014.

Sono intervenuti:

  • il Ministro dell’Istruzione, Patrizio Bianchi;
  • il Sottosegretario, Rossano Sasso;
  • la Direttrice generale per lo studente, l’inclusione e l’orientamento scolastico, Maria Assunta Palermo;
  • il Direttore generale dell’Università degli Studi “Roma Tre”, Pasquale Basilicata;
  • il Direttore del Dipartimento di Scienze della Formazione dello stesso ateneo, Massimiliano Fiorucci.

Presenti anche vari esperti, rappresentanti dei territori, dirigenti scolastici e docenti, che hanno raccontato le proprie esperienze di inclusione.

Il documento aggiorna e attualizza le precedenti Linee guida per l’integrazione degli alunni stranieri del 2014, formulando anche proposte in termini di modalità organizzative e indicazioni operative. Contestualmente, sono stati inseriti anche approfondimenti sul sistema integrato di educazione e istruzione da 0 a 6 anni, sull’insegnamento trasversale dell’Educazione civica, sulla cittadinanza e le nuove generazioni, sull’insegnamento della Lingua italiana e la valorizzazione del plurilinguismo.

Gli Orientamenti costituiscono altresì un riferimento per le scuole e gli Uffici Scolastici Regionali relativamente alla progettazione di interventi e misure attuabili grazie risorse stanziate con il Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, per esempio, negli ambiti del superamento dei divari territoriali, della formazione continua e dell’orientamento.

Per approfondire:

 

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione, per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Dovrai accettare l’uso dei nostri cookie per continuare a utilizzare il nostro sito web. Leggi l’informativa privacy e la cookie policy.