Normative Nazionali

MINISTERO ISTRUZIONE E MINISTERO SALUTE: attività didattica in presenza – misure per alunni con disabilità e bisogni educativi speciali nelle classi in dad/ddi

― 21 Gennaio 2022

Il Ministero della Salute e dell’Istruzione hanno pubblicato la nota 71 del 21/01/2022 avente per oggetto: attività didattica in presenza – misure per alunni con disabilità e bisogni educativi speciali nelle classi in dad/ddi che riportiamo integralmente di seguito.

NB: Consigliamo di valutare con attenzione i singoli casi. La sospensione dell’attività didattica potrebbe prevedersi anche in assenza di provvedimenti sanitari riferiti agli alunni, a causa di un numero elevato di contagi nella scuola, di docenti sospesi o in malattia…. La nota rinvia alle scuole la valutazione di condizioni possibili: “va garantito ogni qualvolta possibile, (…) agli alunni con disabilità o con BES lo svolgimento dell’attività didattica in presenza. Suggeriamo di deliberare scelte responsabili e, in assenza di ulteriori chiarimenti, rispettose delle disposizioni sanitarie riferite al singolo alunno (cfr. risposta ad un quesito posto in allegato e alle FAQ Regione Veneto).

Facendo seguito alla FAQ pubblicata sul sito della Presidenza del Consiglio dei Ministri che fornisce indicazioni in merito ad un quesito concernente la possibilità, per gli alunni con disabilità delle classi in didattica a distanza o in didattica digitale integrata, di seguire le lezioni in presenza, sentiti il Presidente del Consiglio Superiore di Sanità e il Presidente dell’Istituto Superiore di Sanità, si specifica quanto segue.
Tenuto conto dei principi costituzionali e delle regole vigenti nell’ordinamento scolastico, posti a tutela della piena inclusione e dell’integrazione scolastica degli alunni con disabilità, si ritiene che le istituzioni scolastiche siano tenute a prevedere specifiche condizioni a vantaggio degli alunni con disabilità e con bisogni educativi speciali (BES), così come del resto già disposto in una fattispecie analoga dal vigente decreto del Presidente del Consiglio dei ministri 2 marzo 2021, che introduce la possibilità di svolgere l’attività didattica in presenza, per talune circostanze, anche qualora siano state disposte severe misure restrittive finalizzate al contenimento della diffusione del virus.
Alla luce di quanto sopra, stante l’esigenza irrinunciabile di mantenere una relazione educativa che realizzi l’effettiva inclusione scolastica, si precisa che, anche laddove sia stata disposta la sospensione delle attività didattiche in presenza, va garantito ogni qualvolta possibile, secondo quanto di seguito specificato, agli alunni con disabilità o con BES lo svolgimento dell’attività didattica in presenza, assicurando comunque il collegamento telematico con gli alunni della classe che si avvalgono della didattica digitale integrata.
Al fine di assicurare, nell’attuale contesto epidemiologico, lo svolgimento delle attività didattiche in presenza in condizioni di massima sicurezza, anche in relazione alla specifica condizione di fragilità di ciascun alunno, si precisa quanto segue:
la frequenza in presenza può avvenire previo ottenimento del consenso dei genitori degli alunni di cui all’oggetto;
– resta fermo, in ogni caso, il divieto di accedere o permanere nei locali scolastici ai soggetti affetti da SARS-CoV-2, o comunque a coloro che manifestino sintomatologia respiratoria o nei quali la temperatura corporea risulti superiore a 37,5°;
– per il personale scolastico e gli alunni, laddove non vi sia una specifica esenzione al riguardo, è obbligatorio l’uso di dispositivi di protezione delle vie respiratorie di tipo FFP2 e l’adozione di misure igieniche quali, a titolo esemplificativo, l’uso di gel per le mani e la frequente areazione dei locali;
– lo svolgimento della didattica in presenza deve avvenire in condizioni tali da assicurare un adeguato distanziamento interpersonale;
– è consentita la consumazione dei pasti a scuola a condizione che possa essere mantenuta una distanza interpersonale di almeno due metri.
Da ultimo, tenuto conto che nello stato attuale il vaccino rappresenta lo strumento di massima protezione sanitaria si rinnova l’invito ad eseguire il ciclo vaccinale secondo le tempistiche previste.
Si rammenta infine che per qualsiasi necessità e/o richiesta di chiarimento rispetto ai contenuti della presente nota è disponibile il servizio Help Desk Amministrativo Contabile (HDAC) – canale ufficiale di assistenza, consulenza e comunicazione fra l’Amministrazione e le Istituzioni scolastiche su tematiche organizzative, gestionali, amministrative e contabili – accessibile al seguente percorso: “SIDI → Applicazioni SIDI → Gestione Finanziario Contabile → Help Desk Amministrativo Contabile”.

Il Capo Dipartimento per le risorse umane, finanziarie e strumentali
Jacopo Greco

Il Direttore Generale della prevenzione sanitaria
Giovanni Rezza

Risposta a quesito posto

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione, per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Dovrai accettare l’uso dei nostri cookie per continuare a utilizzare il nostro sito web. Leggi l’informativa privacy e la cookie policy.