Normative Nazionali

MIUR: Indicazioni operative per l’organizzazione del tempo mensa

― 10 Dicembre 2019

A seguito della sentenza n. 20504 del 30 luglio 2019, resa a sezioni unite, dalla Corte di Cassazione, il MIUR con una Nota ritiene utile richiamare l’attenzione su alcuni punti che appaiono di maggiore rilievo.

La decisione della Corte conferma che, per i percorsi del tempo pieno, prolungato e “potenziato” il tempo curricolare comprende, unitamente alle attività propriamente disciplinari, attività formative in queste integrate, tra le quali rientrano inequivocabilmente quelle dedicate alla consumazione del pasto a scuola. Ne deriva la necessità che le istituzioni scolastiche lo considerino a tutti gli effetti parte integrante, e caratterizzante, della proposta formativa che, in ogni sua articolazione, presentano alle famiglie e che queste accettano al momento dell’esercizio del diritto di scelta educativa.
Le scuole provvederanno, quindi, analogamente a quanto avviene per ogni attività didattico educativa, a includere la programmazione del tempo mensa nel piano triennale dell’offerta formativa, in conformità ai traguardi ivi indicati e alle strategie di intervento individuate per il loro raggiungimento. Saranno, pertanto, esplicitati, nell’esercizio delle proprie autonome scelte didattiche ed organizzative, gli aspetti connessi all’educazione alimentare, la concreta organizzazione della consumazione conviviale del pasto, gli spazi e i tempi ad esso dedicati e, per quanto possibile, le condizioni di consumo mirate a soddisfare specifiche esigenze.
La Nota raccomanda alle scuole, altresì, di voler assicurare, unitamente al coinvolgimento degli organi collegiali, l’adozione di ogni altra iniziativa e/o strumento utili a garantire il contributo sereno e collaborativo delle famiglie.
Al fine di consentire alle famiglie destinatarie del servizio scolastico di esercitare pienamente la libertà di scelta del percorso formativo per i propri figli e, una volta che abbiano aderito alla proposta, di assumersi
consapevolmente la corresponsabilità della sua realizzazione, la Nota richiama la necessità di garantire la massima trasparenza dei processi decisionali e la efficace preventiva comunicazione delle determinazioni assunte e degli obiettivi formativi perseguiti.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione, per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Dovrai accettare l’uso dei nostri cookie per continuare a utilizzare il nostro sito web. Leggi l’informativa privacy e la cookie policy.