Bandi e concorsi

Regione Lombardia: Contributi per l’installazione di sistemi di videosorveglianza a circuito chiuso nei nidi e micro nidi

― 9 Luglio 2019

Regione Lombardia, in collaborazione con le Agenzie di Tutela della Salute (ATS), ha pubblicato un Avviso per ottenere contributi regionali per installare, su base volontaria e in via sperimentale, sistemi di videosorveglianza a circuito chiuso all’interno di nidi e micro nidi pubblici e privati autorizzati al 31.12.2018, in possesso del codice AFAM (l’Anagrafe regionale delle strutture socio sanitarie della Famiglia è il database che comprende tutte le Unità d’Offerta attive in Lombardia).

La tipologia di procedura utilizzata è la procedura valutativa a sportello, fino ad esaurimento delle risorse assegnate alle singole ATS.
La dotazione finanziaria è pari a euro 600.000,00, di cui 300.000,00 euro (anno 2019) e 300.000,00 euro (anno 2020). Il  bando è finanziato con risorse del bilancio autonomo di Regione Lombardia e si configura come contributo a fondo perduto. Per ogni domanda ammessa a finanziamento sarà assegnato un contributo pari al 90% dei costi sostenuti fino ad un importo massimo di 5.000,00 euro.

I soggetti attuatori del bando sono le ATS territorialmente competenti delle strutture di nidi e micro nidi. Le ATS entro 45 giorni dal 20/06/2019 – data della pubblicazione dell’Avviso su BURL, serie ordinaria -, devono approvare e pubblicare l’avviso per il territorio di competenza. Dopo la pubblicazione, il Legale rappresentante delle strutture di nidi o micro nidi interessate (o suo delegato) potrà inoltrare la domanda all’ATS territorialmente competente nel periodo di apertura del bando che come già precisato le singole ATS pubblicheranno.

Per ogni struttura può essere presentata una sola domanda (fac simile allegato allo schema di avviso che potete trovare in calce).
Pertanto, consigliamo di consultare periodicamente i siti delle ATS territorialmente competenti al fine di reperire i relativi avvisi.

Alla domanda dovrà essere allegata obbligatoriamente la seguente documentazione:
– scheda di sintesi del progetto;
– accordo con i rappresentanti dei lavoratori o l’autorizzazione rilasciata dalle competenti sedi territoriali dell’Ispettorato del lavoro ai sensi del comma 1 dell’art. 4 della legge n. 300/70;
– dichiarazione sostitutiva di certificazione ai sensi dell’art. 46 del DPR 445/2000 a firma del legale rappresentante dell’ente proponente che dichiari che a copertura dei costi non sono stati chiesti altri finanziamenti pubblici.

Successivamente entro 45 giorni dal ricevimento delle domande di partecipazione le ATS dovranno:

  • verificare i requisiti di ammissibilità delle domande presentate;
  • approvare gli esiti dell’istruttoria;
  • erogare, se richiesto, l’anticipo del contributo (pari al 60% del contributo concesso);
  • erogare i contributi concessi (unica soluzione o saldo) entro massimo 90 giorni dall’approvazione degli esiti istruttori, sulla base della dotazione finanziaria assegnata.
Decreto Regione Lombardia n. 8788 del 18 giugno 2019
Allegato - Schema di avviso e fac simile di domanda RL - Contributi sistemi di videosorveglianza
BURL n. 25 del 20/06/2019 - serie ordinaria

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione, per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Dovrai accettare l’uso dei nostri cookie per continuare a utilizzare il nostro sito web. Leggi l’informativa privacy e la cookie policy.

Alcuni contenuti e funzionalità su questa pagina sono disattivati perché hai bloccato i cookie!

Questo accade perché un contenuto o una funzionalità marcati %SERVICE_NAME% usano cookie che hai scelto di tenere bloccati. Ti preghiamo di riattivare i cookie: apri le preferenze cookie.