Normative Lombardia

REGIONE LOMBARDIA DG WELFARE: gestione casi scolastici nei giorni di chiusura delle scuole

― 27 Dicembre 2021

Si riporta di seguito la comunicazione pervenuta da DG Welfare di Regione Lombardia per una diffusione a tutti i referenti delle scuole paritarie del territorio lombardo.

Oggetto: gestione casi scolastici nei giorni di chiusura delle scuole

In premessa si cita la  Circolare 0050079-03/11/2021-DGPRE-DGPRE-P  prevede che  “Poiché nel contesto scolastico è attualmente previsto l’utilizzo di mascherine, secondo le modalità previste dai protocolli di sicurezza vigenti, in combinazione con altre misure di prevenzione, una parte dei contatti in ambito scolastico potrà essere considerata a basso rischio, con l’introduzione di una strategia di “sorveglianza con testing” specifica. Si ricorda che in base alle indicazioni fornite dalla Circolare del Ministero della Salute n. 36254 del 11 agosto 2021 la quarantena non è prevista per i contatti definiti come a basso rischio eccetto che in presenza di variante Beta sospetta o confermata.”   Pertanto –quando le scuole sono aperte – i contatti scolastici devono stare in quarantena fino a esecuzione del primo tampone t0, poi possono continuare a frequentare la scuola fino al tampone t5.

Preso atto che la circolare sopracitata identifica i contatti scolastici, e verificato quanto previsto dalla circolare  0036254-11/08/2021-DGPRE-DGPRE-P e 0054258-26/11/2021 per i contatti a basso rischio (non beta e non omicron),   e verificati i dati epidemiologici attuali e l’aumento della variante omicron si ritiene comunque opportuno fare eseguire ai contatti scolastici almeno un  test (appena possibile – indicativamente a t3-t4) per il rientro in comunità (se l’esito è negativo)  mentre non frequentando più la scuola non si espongono più al rischio di ulteriore esposizione scolastica .

Tale provvedimento (la necessità di quarantena fino a esito del tampone) potrà essere  comunicato dalla scuola attraverso il documento cumulativo scaricabile dal “portale scuole”.

I casi riscontrati (ovvero con inizio sintomi)  oltre 48 ore dalla fine delle lezioni, non rientrano più nell’ambito della sorveglianza scolastica in coerenza con le indicazioni ministeriali che prevedono 2 giorni di analisi retrospettiva dei contatti.

A margine si segnala che il Ministero ha iniziato a sospendere i green pass in seguito a comunicazione di tampone positivo, pertanto è necessaria particolare attenzione alla azione di guarigione dei casi positivi per ripristinare il green pass.

Cordiali saluti

Danilo Cereda

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione, per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Dovrai accettare l’uso dei nostri cookie per continuare a utilizzare il nostro sito web. Leggi l’informativa privacy e la cookie policy.