Bandi, Concorsi, Progetti

REGIONE LOMBARDIA e USRL: Finanziamento a reti di scuole paritarie per sportelli psicologici “Scuola in ascolto”

― 30 Novembre 2023

Regione Lombardia ha approvato con la DGR n. 1050 del 2 ottobre 2023  il Protocollo d’Intesa (sottoscritto in data 5 ottobre 2023 con l’Ufficio Scolastico Regionale per la Lombardia), con il quale è stato definito un percorso per la piena applicazione della Legge regionale n. 16/2021 che ha inteso promuovere l’attivazione di servizi di supporto e di assistenza psicologica e pedagogica a favore di studenti, famiglie e personale scolastico operante negli Istituti scolastici statali e paritari di primo e di secondo ciclo e nelle Istituzioni formative di Istruzione e Formazione Professionale (IeFP), anche in raccordo con i Servizi territoriali competenti e le ATS di riferimento.

Il Protocollo d’Intesa prevede che il Servizio psico-pedagogico sia erogato attraverso la creazione di appositi spazi di consulenza e formazione, denominati “Scuola in ascolto”, che dovranno avere sede all’interno delle strutture scolastiche, in luoghi dedicati e con giorni ed orari di apertura definiti e saranno da attivare con il coinvolgimento di psicologi e pedagogisti appositamente selezionati.

Scopo degli spazi “Scuola in ascolto” è:

  • “promuovere la salute ed il benessere di tutti i soggetti che costituiscono il Sistema educativo regionale, con particolare attenzione a coloro che, negli ultimi anni, sono stati colpiti da numerosi eventi che hanno inciso sulla sfera emotiva, sociale, relazionale e psicologica, con conseguente manifestazione di disagio psichico e comportamentale, emarginazione, isolamento ed ansia sociale, traumi da stress, fobie, disturbi alimentari, povertà educativa, fino a manifestare fenomeni di violenza e devianza nonché a registrare un calo della motivazione agli apprendimenti;
  • individuare percorsi informativi e formativi – rivolti tanto agli studenti ed alle famiglie, quanto a tutto il personale scolastico delle Istituzioni scolastiche e formative – per contribuire, integrandosi con le altre risorse presenti a livello territoriale, a contrastare il disagio, impedire l’insorgere di situazioni di emarginazione, contrastare l’abbandono scolastico e formativo nonché la dispersione scolastica implicita ed esplicita.”

Il Servizio non è finalizzato alla presa in carico sociosanitaria e non è destinato alla definizione di alcuna diagnosi o certificazione diagnostica, di esclusiva competenza delle Unità di Offerta del Servizio Sanitario Regionale.

Per dare attuazione all’iniziativa, si prevedono due fasi:

  • Fase 1: invito per la raccolta di Manifestazione d’interesse;
  • Fase 2: finanziamento del Servizio psico-pedagogico attraverso la creazione di spazi di consulenza e formazione, denominati “Scuola in ascolto”.

Con la Fase 1 saranno individuate le Istituzioni scolastiche e formative capofila interessate a realizzare i servizi.

Possono aderire all’iniziativa esclusivamente i seguenti soggetti, aventi sede in Lombardia:

  1. Scuole statali capofila delle Reti di Ambito;
  2. Scuole paritarie capofila di Reti di Scuole paritarie – primarie e secondarie di primo e secondo grado – riconosciute ai sensi della 3 legge 62 del 10 marzo 2000 ed appositamente organizzate per la gestione del Servizio psico-pedagogico;
  3. Istituzioni formative capofila di Reti di Istituzioni formative che erogano Percorsi di IeFP (iscritte nella sezione A dell’Albo dei Soggetti accreditati – di cui all’articolo 25 della legge regionale n. 19/2007), appositamente organizzate per la gestione del Servizio psico-pedagogico.

Per ogni provincia di riferimento verrà attivato il seguente numero di Reti (totale 50):

 

 

 

 

 

 

 

Le scuole paritarie potranno formare 15 reti in Lombardia, secondo la suddivisione provinciale sopra riportata. Ciascuna rete dovrà essere formata da almeno dodici Istituzioni Scolastiche (codici meccanografici) che appartengono al territorio di riferimento e garantire il coinvolgimento complessivo di una popolazione studentesca pari ad almeno 1500 studenti.

La prima fase, invito per la raccolta di Manifestazione d’interesse, avverrà probabilmente nel mese di gennaio/febbraio 2024 e per presentare una candidatura le Reti dovranno essere già costituite; successivamente verranno creati tre elenchi di Reti ammesse alle Fase 2 che riceveranno il finanziamento atto a garantire il servizio di supporto e di assistenza psicologica e pedagogica nel triennio 2023/25 (a.s. 2023/24, 2024/25 e 2025/26).

Regione Lombardia sosterrà finanziariamente l’attuazione di quanto previsto dal Protocollo con un contributo – per il triennio 2023/2024, 2024/2025 e 2025/2026 – pari a complessivi euro 3.140.000,00, di cui euro 900.000,00 a valere sull’anno 2023, euro, 1.246.000,00 a valere sull’anno 2024 ed euro 994.000,00 a valere sull’anno 2025 (circa € 20.000.000 annue a rete di scuole).

L’invito per la raccolta della manifestazione d’interesse sarà trasmesso sul sito di Regione Lombardia e le proposte dovranno pervenire per Posta Elettronica Certificata (PEC) all’indirizzo lavoro@pec.regione.lombardia.it.

In allegato il testo del Protocollo d’Intesa e la DGR “Approvazione modalità e criteri di partecipazione”.

Protocollo d'Intesa
DGR 20/11/2023

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione, per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Dovrai accettare l’uso dei nostri cookie per continuare a utilizzare il nostro sito web. Leggi l’informativa privacy e la cookie policy.