Normative Lombardia

REGIONE LOMBARDIA: procedure operative finalizzate all’effettuazione su base volontaria del programma di test sierologici

― 21 Agosto 2020

Sul sito della Regione Lombardia al seguente link sono illustrate le procedure operative finalizzate all’effettuazione su base volontaria del programma di test sierologici per la ricerca di anticorpi specifici nei confronti del virus SARS-CoV-2 sul personale docente e non docente delle scuole pubbliche, statali e paritarie, private e negli istituti di formazione professionale, operante nei nidi, nelle scuole dell’infanzia, primarie e secondarie pubbliche, statali e non statali, paritarie e private

L’adesione alla campagna è volontaria.

La campagna di effettuazione dei test sierologici prenderà avvio lunedì 24 agosto e terminerà domenica 5 settembre, prevedendo un eventuale prolungamento della finestra temporale fino al 12 settembre sulla base delle adesioni che via via si presenteranno.

La campagna di screening viene effettuata mediante la somministrazione di un test rapido (pungidito) e non di un prelievo venoso, i tempi per avere l’esito del test rapido sono di norma entro i 15’ pertanto i cittadini dovranno attendere l’esito del test presso le sedi di prelievo.

Nel caso di esito negativo al test il cittadino non ha obblighi né adempimenti da rispettare.

Nel caso il test dia esito positivo il cittadino:

  • deve essere sottoposto al tampone, che sarà effettuato di norma contestualmente alla comunicazione di positività del test e comunque entro le 48 ore successive;
  • deve restare in isolamento fino alla comunicazione dell’esito del tampone (quindi a partire dal momento dell’effettuazione del test sierologico).

In caso di esito negativo al tampone il cittadino interromperà l’isolamento; se positivo diventerà caso accertato COVID-19, sarà sottoposto all’isolamento obbligatorio e sarà contattato da ATS per l’avvio della sorveglianza e per l’indagine epidemiologica. Questo programma di screening non prevede il rilascio al cittadino di un’attestazione di partecipazione né una dichiarazione sull’esito del test; la comunicazione dell’esito del test verrà effettuata direttamente dal medico/operatore che effettua il test e non prevede certificazioni.

Verrà rilasciato un referto solo e unicamente nei casi in cui il cittadino dovrà sottoporsi al tampone a seguito di esito positivo del test, e il referto sarà relativo all’esito del tampone.

Sul sito sono fornite le indicazioni relative alle modalità operative per aderire al percorso di screening (tramite il proprio medico di medicina generale o presso ambulatori territoriali dedicati), le modalità di prenotazione del test e la modulistica per sottoscrivere il consenso informato.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione, per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Dovrai accettare l’uso dei nostri cookie per continuare a utilizzare il nostro sito web. Leggi l’informativa privacy e la cookie policy.