Centro servizi

Regione Lombardia: Servizi di inclusione scolastica per gli studenti con disabilità sensoriale – a.s. 2019-2020

― 7 Giugno 2019

Con la Deliberazione n. 1682 del 27 maggio 2019, la Giunta della Regione Lombardia ha disposto le modalità di attivazione e di erogazione dei servizi di inclusione scolastica per gli studenti con disabilità sensoriale (assistenza alla comunicazione, servizio tiflologico e fornitura del materiale didattico) per l’anno scolastico 2019-2020 e la relativa tempistica al fine di garantire l’avvio dei servizi contestualmente all’inizio del calendario scolastico.
Con tale atto si confermano sostanzialmente le indicazioni fornite in precedenza e si aggiornano le linee guida approvate a suo tempo. Inoltre, in forma sperimentale, si estende il servizio ai bambini di età dagli 0 ai 36 mesi, con disabilità sensoriale, nell’ambito degli asili nido, al fine di ampliare le opportunità di accesso agli interventi di inclusione scolastica.

I servizi di inclusione scolastica sono garantiti dalle ATS per il tramite di enti erogatori idonei individuati dall’ATS stessa a seguito di apposito avviso.
All’attuazione di tale processo concorrono inoltre i Comuni che provvedono alla predisposizione del progetto individuale, di cui all’art. 14 della L. 328/2000, indicando i diversi interventi sanitari, socio-sanitari e socio-assistenziali di cui possa aver bisogno la persona con disabilità, nonché le modalità di una loro interazione.

Modalità di attivazione del Servizio
Il Servizio di inclusione scolastica è attivato a seguito di domanda presentata, presso il Comune di residenza, da uno dei genitori o da chi rappresenta lo studente minore o dallo studente stesso, se maggiorenne, correlata dalla seguente documentazione:
1. certificazione di disabilità sensoriale;
2. diagnosi funzionale nella quale sia esplicitata la necessità di assistenza per la comunicazione;
3. verbale del collegio di accertamento per l’individuazione dello studente disabile ai sensi del DPCM 185/2006, della DGR 3449/2006, integrata dalla DGR 2185/2011);
4. informativa privacy;
5. copia del documento di identità di colui che presenta la domanda.
Il Comune provvede all’inserimento dei dati nel sistema informativo SiaGe, affinché l’ATS territorialmente competente, possa provvedere all’istruttoria delle domande con la trasmissione dell’elenco degli Enti erogatori qualificati alla famiglia.
La famiglia sceglie l’Ente erogatore qualificato e lo autorizza alla presa in carico (l’autorizzazione deve essere firmata dalla famiglia e consegnata/inviata all’ente erogatore prima della stesura del Piano Individuale, al fine di consentire all’ATS la validazione della presa in carico).
L’Ente erogatore qualificato, dopo aver predisposto il Piano Individuale che deve essere condiviso e sottoscritto dalla famiglia, lo inserisce nel sistema informativo SiaGe entro 20 giorni lavorativi dall’autorizzazione della presa in carico e comunque entro il 15 luglio, al fine di consentirne la validazione all’ATS per il riconoscimento della spesa entro i successivi 15 giorni e in ogni caso, non oltre il 31 luglio.
Per visionare l’elenco dei soggetti qualificati allo svolgimento degli interventi di inclusione scolastica degli studenti con disabilità sensoriale per l’anno scolastico 2019/2020, consultare il sito delle ATS competente.
Per ulteriori dettagli sulle modalità di richiesta del servizio, consultare l’“Allegato A”: Linee guida per lo svolgimento dei servizi di inclusione scolastica per gli studenti con disabilità sensoriale in relazione a ogni grado di istruzione e alla formazione professionale, allegate alla presente (BURL, Serie Ordinaria n. 22 – Giovedì 30 maggio 2019, pp. 30-40 e, in particolare, pp. 32-40).
Precisiamo infine che la delibera regionale al punto 9 stabilisce che “in fase di prima applicazione della presente deliberazione, in considerazione della peculiarità del territorio del comune di Milano, riferita in particolar modo alla densità di abitanti, restano validi gli accordi già intrapresi con le scuole del territorio per la presentazione delle domande e pertanto le famiglie ivi residenti, potranno presentare la domanda anche presso la scuola frequentata dagli alunni/studenti”. In calce alla notizia trovate la Lettera che il Comune di Milano ha inviato agli Istituti Scolastici contenente le specifiche modalità di richiesta del servizio.
Per tutti gli altri territori, la domanda è presentata presso il Comune di residenza, da uno dei genitori o da chi rappresenta lo studente minore o dallo studente stesso, se maggiorenne.
L’ANCI ha provveduto a comunicare ai Comuni con Circolare (n. 162/2019 del 3 giugno) qui allegata, la pubblicazione della suddetta Delibera di Giunta Regionale n. XI/1682.
A titolo esemplificativo, alleghiamo lo schema di domanda predisposto dal Comune di Milano.

Comune di Milano - modello di domanda
Deliberazione Regionale sui Servizi di inclusione scolastica per gli studenti con disabilità sensoriale - a.s. 2019-2020
Comunicazione del Comune di Milano agli Istituti Scolastici

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione, per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Dovrai accettare l’uso dei nostri cookie per continuare a utilizzare il nostro sito web. Leggi l’informativa privacy e la cookie policy.

Alcuni contenuti e funzionalità su questa pagina sono disattivati perché hai bloccato i cookie!

Questo accade perché un contenuto o una funzionalità marcati %SERVICE_NAME% usano cookie che hai scelto di tenere bloccati. Ti preghiamo di riattivare i cookie: apri le preferenze cookie.