News

ISTAT: Rapporto SDGS 2022. Informazioni statistiche per l’agenda 2030 in Italia

― 13 Ottobre 2022

ISTAT.it, 12.10.22

Con un’apposita notizia sul suo portale, l’Istituto Nazionale di Statistica rende noto di aver pubblicato il Documento in Oggetto, il “Rapporto sui Sustainable Development Goals (SDGs)” previsti dall’Agenda 2030, approvata dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite. L’ISTAT analizza il raggiungimento dei 17 obiettivi di sviluppo sostenibile (SDGs) e i relativi 169 target allo stato dell’arte.

Per ciascun Goal, l’ISTAT offre un approfondimento sui temi di maggiore interesse, a cura di studiosi e rappresentanti delle istituzioni che contribuiscono alla diffusione e all’analisi dell’informazione statistica per la misurazione dello sviluppo sostenibile.

Il mondo della scuola è analizzato nell’analisi del Goal 4, intitolato “Istruzione di Qualità per tutti. Fornire un’Educazione di Qualità, Equa ed Inclusiva e promuovere Opportunità di Apprendimento continuo per tutti“. Nella sintesi introduttiva, si legge che:

  • “la quota dei giovani 18-24enni che escono dal sistema di istruzione e formazione senza aver conseguito un diploma o una qualifica è pari al 12,7% (517 mila giovani) e in marginale riduzione rispetto all’anno precedente (14,2%) […].

  • la quota di ragazzi della V classe della scuola secondaria di secondo grado che non hanno raggiunto un livello di competenza alfabetica sufficiente è stata del 48,5%, stabile rispetto all’anno precedente (48,2%) ma ancora molto distante dai risultati pre-pandemia (35,7% nell’anno scolastico 2018/2019). Anche la competenza matematica inadeguata è elevata, 49,9% in media in Italia, sui livelli dell’anno scolastico precedente (50,3%) ma lontana dai livelli raggiunti nell’anno scolastico precedente alla pandemia (39,3% nel 2018/2019). Le differenze territoriali e di cittadinanza rimangono ampie […].

  • la quota di popolazione dai 30 ai 34 anni che ha completato l’istruzione terziaria è pari al 26,8% in riduzione rispetto all’anno precedente (27,8%). La quota di popolazione è più bassa al Mezzogiorno (20,7%) e tra gli uomini (25%) […]

  • il 9,9% degli individui di 25 e 64 anni hanno svolto almeno una attività formativa nelle ultime 4 settimane (erano stati il 7,1% nel 2020 e l’8,1% nel 2019), recuperando ampiamente la perdita avvenuta nel 2020“.

 

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione, per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Dovrai accettare l’uso dei nostri cookie per continuare a utilizzare il nostro sito web. Leggi l’informativa privacy e la cookie policy.