News

MIM – Ministero Istruzione e Merito: Intesa MIM-CEI “Concorso ordinario per assunzione docenti di Religione”

― 16 Aprile 2024

Il Ministero dell’Istruzione e del Merito rende noto con un apposito Comunicato che, il 9 gennaio 2024, il Presidente della Conferenza Episcopale Italiana, Card. Matteo Zuppi, e il Ministro dell’Istruzione e del Merito, Giuseppe Valditara, hanno firmato Intesa MIM – CEI, relativa all’attuazione del Concorso ordinario per la copertura del 30 per cento dei posti per l’insegnamento della religione cattolica ancora vacanti, previsto dall’articolo 1-bis della Legge 159/19.

Alla copertura del restante 70% si provvederà con a una procedura straordinaria, riservata ai docenti con almeno 36 mesi di servizio. Complessivamente si tratta di circa 6.400 insegnanti.

Come si legge nel Comunicato, “i titoli di qualificazione professionale per partecipare al concorso sono quelli indicati al punto 4 dell’Intesa del 28 giugno 2012, rilasciati da Facoltà e Istituti elencati dal decreto del Ministro dell’Istruzione il 24 luglio 2020 (n. 70). Tra i requisiti è prevista la certificazione dell’idoneità diocesana all’insegnamento della religione cattolicadi cui all’articolo 3, comma 4, della legge 18 luglio 2003, n. 186, rilasciata dal Responsabile dell’Ufficio diocesano competente, nei novanta giorni antecedenti alla data di presentazione della domanda di partecipazione”.

Il concorso prevede una prova scritta e una orale e, come si legge nell’Intesa, dovrà verificare “la preparazione dei candidati con riferimento alle materie ed alle competenze indicate dalla normativa vigente“.

L’articolazione, il punteggio ed i criteri delle prove concorsuali e della valutazione dei titoli saranno definite in sede di emanazione del bando di concorso, tenendo in considerazione il fatto che i partecipanti sono già in possesso dell’idoneità diocesana.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione, per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Dovrai accettare l’uso dei nostri cookie per continuare a utilizzare il nostro sito web. Leggi l’informativa privacy e la cookie policy.