News

MINISTERO DELL’ISTRUZIONE: “L’attualità pedagogica e didattica di Alberto Manzi”

― 21 Settembre 2022

Ministero dell’Istruzione, Notizie, miur.gov.it, 19.09.22

Con una Notizia del 19 settembre 2022, il Ministero dell’Istruzione rende noto che, nella giornata del 14 settembre 2022, è stato firmato un Protocollo d’Intesa con l’Assemblea Legislativa dell’Emilia-Romagna relativo alla tematica in oggetto, in occasione del centenario della nascita del maestro Manzi.

All’articolo 1 del Documento, sono chiarite le finalità dell’intesa, ovvero favorire la conoscenza della figura, del metodo e dell’esperienza dell’educatore, sottolineandone la rilevanza culturale e civile.

All’articolo 2 sono esplicitati i reciproci impegni delle parti, ovvero, nel caso dell’Assemblea Legislativa dovrà:

  • progettare e realizzare, anche per il tramite del Centro Alberto Manzi, interventi formativi, destinati alle istituzioni scolastiche, ai docenti, ai dirigenti scolastici e agli altri soggetti interessati;
  • rendere disponibili materiali multimediali documentativi e divulgativi che, a partire dall’esperienza del Maestro Alberto Manzi, possano diffondere valori, finalità e contenuti del presente Protocollo;
  • favorire la partecipazione delle istituzioni scolastiche, dei docenti, dei dirigenti scolastici, delle equipe formative territoriali e degli altri soggetti interessati alle azioni comuni promosse nell’ambito del presente Protocollo, fatte salve le prerogative dell’autonomia scolastica“.

Il Ministero dell’Istruzione dovrà:

  • divulgare il presente Protocollo d’intesa presso gli Uffici scolastici regionali e, per il loro tramite, presso le istituzioni scolastiche dell’infanzia e del primo ciclo di istruzione del territorio nazionale;
  • comunicare sul proprio sito le notizie relative alle attività congiunte, realizzate a seguito del presente Protocollo d’intesa;
  • diffondere i materiali didattici prodotti in attuazione del presente Protocollo d’intesa, attraverso gli Uffici scolastici regionali e le reti di scuola“.

Il protocollo in questione ha durata triennale e dalla sua attuazione “non devono derivare nuove o maggiori spese per la finanza pubblica. In ogni caso nulla è dovuto per oneri eventualmente sostenuti dalle Parti in vigenza del presente Protocollo d’intesa“.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione, per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Dovrai accettare l’uso dei nostri cookie per continuare a utilizzare il nostro sito web. Leggi l’informativa privacy e la cookie policy.