News dalle scuole

FONDAZIONE RODARI MANDELLI – MILANO: “… Che ne sarà di loro?” La bellezza di conoscere facendo. Esperienze educativo-didattiche

― 9 Maggio 2022

Gli amici della Fondazione Mandelli-Rodari di Milano segnalano la pubblicazione dell’opera in oggetto, la cui prefazione è a cura del Rettore delle Scuole, Maria Grazia Fertoli. Il lavoro è il racconto di venti anni di esperienza educativa con centinaia di ragazzi, ciascuno dei quali ha lasciato un segno nella vita dell’autore che se pur da un anno in pensione  ancora collabora attivamente in aiuto al recupero di studenti in difficoltà nella scuola Mandelli e in parrocchia..

Paolo Merlo, classe 1953, nato a Villasanta, vicino a Monza, ha conseguito la Laurea presso l’Università Statale di Milano, dopo aver frequentato il corso di Matematica della Facoltà di Scienze. Ha insegnato la bellezza di 24 anni presso il Collegio Arcivescovile “San Giuseppe Villoresi” di Monza e 17 anni presso la Scuola secondaria di primo grado “Andrea Mandelli”. E’ abilitato in matematica, matematica applicata e matematica e scienze alle scuole medie. Nel corso di questi anni, ha insegnato in vari ordini di scuole, accumulando numerose esperienze educative ed umane.

Riportiamo qui di seguito una breve introduzione all’opera:

“In queste pagine scorrono più di vent’anni di scuola e sono presenti i volti di centinaia di ragazzi  che insieme al loro professore di matematica, e ribadisco, matematica, hanno riflettuto, pensato, costruito, realizzato opere straordinarie. Conoscere è possibile solo in un’esperienza che coinvolga chi impara in un paragone costante tra ciò che si apprende e se stesso. Per un ragazzo questo accade nel tempo paziente di un coinvolgimento e di una relazione con un adulto che merita di essere seguito e che si pone come interlocutore credibile ed amabile. Credibile perché conosce ciò di cui tratta e che propone, amabile perché capace di ascoltare, accogliere accompagnare chi gli è affidato. Leggendo i capitoli di questa narrazione, che sono ciascuno il racconto di un anno di scuola, si entra nel mondo delle giornate scolastiche fatte di persone che si incontrano e condividono tempo lavoro, ricerca e scoperta. Si entra anche nel mondo ricco e contraddittorio dei ragazzi nell’età della scuola media. Si incontra la misteriosa e a volte indecifrabile natura dei ragazzi di questa età a volte scontrosi e lontani, spesso problematici e provocatori, alla costante ricerca di sé e del significato del proprio esistere. Si percepisce la loro voglia di fare, di cimentarsi di scoprire e di trascorrere significativamente insieme il tempo: lunghi pomeriggi coinvolti in un lavoro che è insieme pratico e operativo e capace di aprire domande su conquiste ed apprendimenti teorici, sempre accompagnati da una domanda prepotente di significato. Si taglia in maniera sensibile la soddisfazione di chi facendo ha capito qualcosa di importante, l’orgoglio di avere costruito un oggetto bello e la gratitudine per un adulto, meglio per un gruppo di adulti, che, riconosciuti autorevoli, non si sono sottratti dal rapporto e si sono coinvolti in un lavoro paziente lungo, impegnativo e gratificante. In ogni pagina si riesce a percepire l’affermazione che rende possibile la vita di una scuola: un adulto che ripete, attraverso i gesti, la voce lo sguardo, ad ognuno dei suoi alunni” tu sei importante per me, sei insostituibile e sono contento di poterti accompagnare nel cammino della conoscenza e della scoperta.” E allora si può passare dall’universo di Keplero alle curve di livello per ricostruire il Resegone e la Grigna, dal numero aureo alla geometria di Gaudì, dal teorema di Pitagora all’enigma di Crotone con passione e interesse, comprendendo a fondo e permettendo alla conoscenza di diventare esperienza. Questo deve accadere in una scuola: la felicità di conoscere il mondo e se stessi, scoprendo la propria e l’altrui insostituibile unicità. Questo è accaduto nell’insegnamento del professor Merlo, questo può accadere leggendo questo libro”.

Le copie del libro sono acquistabili presso l’Istituto, presso la “Libreria girasole” di Bresso e, a breve, anche presso la “Libreria Madonnina” di Novate Milanese. Il ricavato delle vendite sarà devoluto per sostenere  le famiglie con alunni in difficoltà.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione, per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Dovrai accettare l’uso dei nostri cookie per continuare a utilizzare il nostro sito web. Leggi l’informativa privacy e la cookie policy.