News dalle scuole

SCUOLE MALPIGHI – BOLOGNA: Addio smartphone in classe, “abbiamo tolto agli studenti una droga. Famiglie entusiaste”

― 19 Settembre 2022

Vincenzo Brancatisano, OrizzonteScuola.it, 16.09.22

Dopo l’ampio dibattito suscitato dalla decisione del Liceo Malpighi di Bologna di ritirare i cellulari all’ingresso, vietandone pertanto l’uso ai ragazzi, ma anche ai docenti, le pagine della rivista online OrizzonteScuola.it ospitano un’intervista al prof. Marco Ferrari, Preside del Liceo Malpighi. Il docente spiega in maniera più chiara le ragioni che hanno condotto tutta lo staff della scuola ad abbracciare una decisione così radicale, accogliendo, peraltro, il favore anche delle famiglie.

Se si tratta di una “droga“, i richiami verbali si dimostrano, inevitabilmente, inefficaci, perché i ragazzi non riescono a farne a meno. Si impone, allora, una decisione “radicale”, già sperimentata in una classe in cui si erano verificati episodi di cyberbullismo. Constatati i buoni risultati, il Collegio docenti ha ritenuto opportuno estendere la misura a tutto l’istituto.

In un’intervista ad Agi, citata su queste pagine, lo psichiatra Paolo Crepet ha lodato l’iniziativa, sottolineando che sarebbe opportuno estenderla a tutte le scuole del sistema nazionale d’istruzione.

A ogni modo, come chiarisce il Preside, l’intenzione dei docenti è quella di “proporre una scuola non come un incontro casuale di soggetti ma come una comunità che mira allo scopo, che è quello di crescere insieme. Ma se il cellulare ci impedisce allora lo togliamo“.

Invitiamo alla lettura dell’intervista per approfondire le ragioni dell’iniziativa.

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione, per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Dovrai accettare l’uso dei nostri cookie per continuare a utilizzare il nostro sito web. Leggi l’informativa privacy e la cookie policy.