News

REGIONE LOMBARDIA: Rapporto Invalsi Lombardia 2022: risultati superiori a media nazionale

― 15 Luglio 2022

Moreno Gussoni, Lombardia Notizie, regione.lombardia.it, 12.07.22

Con una Notizia del 12 luglio 2022, Regione Lombardia rende noto che il Rapporto INVALSI 2022 relativamente alla Lombardia certificano risultati sempre in linea o superiori alla media nazionale. Come si legge nell’informativa, risultano “incoraggianti anche i dati sulla dispersione implicita, limitata al 3% dei casi”, a fronte di un 9,7% della media nazionale. Il Rapporto evidenzia anche che “Gli studenti dell’ultimo anno soffrono invece ancora i disagi da pandemia“.

La Notizia riporta anche il dettaglio dei risultati:

  • Oltre 7 allievi su 10 della II classe della scuola primaria hanno risultati almeno adeguati sia in Italiano che in Matematica.
  • Oltre 8 allievi su 10 della V classe della scuola primaria hanno competenze almeno adeguate in Italiano. In Matematica, invece,  sono poco meno di 7 su 10. Migliore è la situazione relativa all’Inglese: oltre 9 su 10 hanno competenze adeguate nella lettura e poco meno di 9 nell’ascolto.
  • I risultati degli studenti lombardi della scuola secondaria di primo grado (III classe), reduci da un intero ciclo di studi in epoca Covid, sono tra i migliori d’Italia. In Matematica raggiungono risultati soddisfacenti il 65,3% degli alunni contro una media nazionale del 56,4%.  Sono comunque più del 30% gli allievi che escono dalle medie senza competenze sufficienti in Italiano e Matematica. Per l’Inglese invece si scende a poco più del 10% nel reading e poco meno del 20% nel listening.
  • Dal ‘Rapporto 2022’ spiccano le prestazioni degli allievi della scuola secondaria di secondo grado (II classe). Sia in Italiano che in Matematica segnano infatti punteggi significativamente superiori alla media italiana.
  • Rispetto allo scorso anno aumentano gli studenti della scuola secondaria di secondo grado (V classe) insufficienti in Italiano, Matematica (oltre 3 su 10) e Inglese. Ad avere risultati eccellenti è il 22% (erano il 30% nel 2019)“.

Per approfondire:

 

I materiali su questa pagina sono riservati agli associati.

Per visualizzare documenti, video e immagini è necessario accedere con user e password in vostro possesso.

Accedi

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione, per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Dovrai accettare l’uso dei nostri cookie per continuare a utilizzare il nostro sito web. Leggi l’informativa privacy e la cookie policy.