Rassegna stampa

Cantami l’ira | Ultimo banco di Alessandro D’Avenia

― 31 Maggio 2021

Alessandro D’Avenia, Corriere della Sera, 31 maggio 2021

I Måneskin urlano di essere «fuori» da un sistema che non li riconosce e li vuole «zitti e buoni».

Urlare di essere «fuori di testa» non è fare professione di pazzia, ma tirarsi «fuori» da una cultura che impedisce di avere un nome e di lasciare un’eredità che non sia solo in denaro. La canzone riesce a interpretare un sentimento generazionale in cerca di rappresentazione. Il rock dà all’ira la forma dell’urlo contro un mondo in cui «manca l’aria».

Fonte: www.corriere.it/alessandro-d-avenia-ultimo-banco/21_maggio_31/81-cantami-l-ira-886579e6-c185-11eb-9815-2e1f995dd6a2.shtml

Cantami l’ira | Alessandro D’Avenia

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione, per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Dovrai accettare l’uso dei nostri cookie per continuare a utilizzare il nostro sito web. Leggi l’informativa privacy e la cookie policy.