Rassegna stampa

Così Daniel ha scoperto che l’altro è un bene, non un nemico da colpire

― 28 Dicembre 2021

Fonte: Avsi.org

Gianpaolo Silvestri, Avvenire, 22.12.21

Daniel è solo un ragazzino quando arriva circa dieci anni fa alla Welcoming House di Kampala, una struttura che accoglie orfani di guerra e bambini abbandonati. Scappato dal Nord Uganda, sopravvissuto a un attacco, ha negli occhi il massacro della madre, uccisa davanti a lui. Quando viene accolto, Rose Busingye, la responsabile del centro, lo sente promettere a se stesso: «Voglio andare a scuola per diventare un capo e uccidere tutti quelli che hanno fatto del male ai miei genitori»”.

[Leggi l’articolo]

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione, per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Dovrai accettare l’uso dei nostri cookie per continuare a utilizzare il nostro sito web. Leggi l’informativa privacy e la cookie policy.