Rassegna stampa

Dialogo con l’ebraismo, a scuola vietati errori e distorsioni

― 9 Dicembre 2021

Fonte: UNESU, Educazione.ChiesaCattolica.it,

Gianni Cardinale, Avvenire, 07.12.21

“I Colloqui di Camaldoli «hanno segnato e continuano a segnare la storia del dialogo ebraico-cristiano italiano». Lo ha sottolineato domenica scorsa il vescovo Stefano Russo, segretario generale della Cei, partecipando alla 41ª edizione di questa iniziativa intrapresa nel 1980 da dom Innocenzo Gargano e ora coordinata da dom Matteo Ferrari. E ha approfittato di questo prestigioso contesto per annunciare un importante progetto di collaborazione tra la Chiesa italiana e l’Ucei, l’Unione delle comunità ebraiche italiane, la cui intuizione è nata proprio a Camaldoli quattro anni fa.

In pratica, insieme alla promozione di proposte formative, alcuni Uffici della segreteria generale della Cei e dall’Ucei si sono impegnati nella produzione di schede riguardanti le nozioni fondamentali della tradizione ebraica da consegnare agli editori perché nella stesura dei nuovi testi gli autori «evitino il più possibile errori e distorsioni, superando in questo modo interpretazioni ambigue o scorrette spesso presenti attraverso tante semplificazioni e luoghi comuni». Ciò ha richiesto, ha spiegato il vescovo Russo, «un lavoro di analisi critica su alcuni testi già pubblicati, perché i nuovi testi per l’insegnamento della religione cattolica possano contenere quegli aggiornamenti e arricchimenti che i documenti scritti dopo la Dichiarazione Nostra Aetate del Concilio Vaticano II hanno ormai reso indispensabili»”.

[Leggi l’articolo]

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione, per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Dovrai accettare l’uso dei nostri cookie per continuare a utilizzare il nostro sito web. Leggi l’informativa privacy e la cookie policy.