Rassegna stampa

Educazione. Libertà, voti e stress: tutto serve ad “aprire gli occhi”

― 6 Giugno 2023

Mario Tamburino, ilSussidiario.net, 04.06.23

““Di quello che a maggio abbiamo fatto a scuola so tutto, ma non mi è rimasto niente”. La sintesi di Francesca, una delle più “brave” (si dice così!) della classe è una rappresentazione icastica e paradossale di un tempo, quello della fine dell’anno scolastico, in cui si assommano verifiche e interrogazioni e gli alunni, come le biglie impazzite di un flipper, rimbalzano senza senso da una parte all’altra al solo scopo di fare aumentare lo score.”

[Leggi l’articolo]

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione, per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Dovrai accettare l’uso dei nostri cookie per continuare a utilizzare il nostro sito web. Leggi l’informativa privacy e la cookie policy.