Rassegna stampa

Istat, “diminuiscono gli ‘anticipatari’ alla scuola d’infanzia”

― 10 Novembre 2021

Gigliola Alfaro, Agensir Scuola, Agensir.it, 04.11.21

““Nell’anno educativo 2019/2020, a differenza di quanto si rileva per i servizi dedicati ai bambini sotto i 3 anni (che nel 73,7% dei casi non frequentano alcuna struttura), nella scuola d’infanzia si registra il 90,5% di frequenza per i bambini tra i 3 e i 5 anni”. Lo precisa oggi l’Istat, nel report “Nidi e servizi integrativi per la prima infanzia (anno educativo 2019/2020)”.
“Frequentano la scuola d’infanzia anche 68.324 bambini di 2 anni, iscritti come ‘anticipatari’, che sono il 14,6% dei residenti della stessa età, e il 5,1% dei bambini sotto i 3 anni. Una piccola parte degli anticipatari sono ‘irregolari’ (0,7% dei bambini di 2 anni), perché compiono 3 anni dopo il 30 aprile dell’anno educativo di riferimento, limite previsto per l’accesso anticipato alla scuola d’infanzia”, evidenzia l’Istat.
“Il fenomeno appare inversamente correlato alla diffusione dell’offerta dei servizi specifici per la prima infanzia”.

[Leggi l’articolo]

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione, per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Dovrai accettare l’uso dei nostri cookie per continuare a utilizzare il nostro sito web. Leggi l’informativa privacy e la cookie policy.