Rassegna stampa

La mostra alle Scuderie del Quirinale. L’inferno dantesco riletto dalla modernità

― 26 Ottobre 2021

Maurizio Cecchetti, Avvenire.it, 22.10.21

“Stando al diavolo di Thomas Mann nel Doktor Faustus, l’azzardo ormai è compiuto. Ovvero: cedere alla tentazione, nell’anno dantesco, di rappresentare l’inferno. Jean Clair, certo, non ne è stato minimamente impensierito; ma nemmeno, in tempi di virus, immune. Un po’ come un Adrien Leverkühn o un Ivan Karamazov, ha dato appuntamento al diavolo per un faccia a faccia. Simbolico, è chiaro. Ma non astratto. Il ponte metaforico aggetta da Saturno a Satana (anche con affinità etimologiche), poiché Kronos è padre-dio che divora i suoi figli.

Il fatto è – figurarsi se Clair non ne è consapevole – che parlare dell’inferno non è soltanto difficile o impensabile, ma “impossibile”.

[Leggi l’articolo]

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione, per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Dovrai accettare l’uso dei nostri cookie per continuare a utilizzare il nostro sito web. Leggi l’informativa privacy e la cookie policy.