Rassegna stampa

Letteratura. Anniversario: Per Dostoevskij una ricerca infinita

― 12 Novembre 2021

Alessandro Zaccuri, Avvenire.it, 11.11.21

“Dal rapporto con Nietzsche alle intuizioni sulla natura dei totalitarismi Ma il libro della sua vita fu sempre il Vangelo e Cristo è il vero protagonista della sua opera Non importa da dove si comincia, se dal massiccio scosceso dei Fratelli Karamazov o dal paesaggio in apparenza meno accidentato delle Notti bianche: con Fëdor Dostoevskij non si finisce mai. È una sensazione familiare ai suoi lettori, anche i più assidui, ai quali capita spesso di essere sorpresi da un dettaglio precedentemente trascurato. Ma anche con la critica non si scherza. Ci sono gli interpreti classici (Bachtin e Pareyson, per limitarsi a un paio di nomi) e c’è un laboratorio sempre in attività, un po’ come le case descritte da Dostoevskij, nelle quali, a qualsiasi ora del giorno e della notte, c’è sempre qualcuno che banchetta o disquisisce, che si dispera o proclama il suo amore impossibile”.

[Leggi l’articolo]

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione, per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Dovrai accettare l’uso dei nostri cookie per continuare a utilizzare il nostro sito web. Leggi l’informativa privacy e la cookie policy.