Rassegna stampa

Letture. La nostra domanda, il bello di una ferita non rimarginabile

― 24 Agosto 2022

Costantino Esposito, ilSussidiario.net, 23.08.22

“Non si parla mai volentieri delle proprie ferite. E quando lo si fa si rischia sempre la depressione o l’esaltazione. Depressi perché non riusciamo a risolvere una situazione di scompenso o di sconfitta; oppure esaltati perché comunque sia abbiamo tentato di affrontare eroicamente una difficoltà o di domare la sorte”.

[Leggi l’articolo]

Per approfondire:

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione, per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Dovrai accettare l’uso dei nostri cookie per continuare a utilizzare il nostro sito web. Leggi l’informativa privacy e la cookie policy.