Rassegna stampa

Musica. Lo studio. Rossini, un miscredente? La sua musica sacra dice tutt’altro

― 7 Luglio 2022

Giacomo Gambassi, Avvenire.it, 06.07.22

“Non doveva essere così eterodosso il giovane Gioachino Rossini quando dalla sua mente uscivano eclettiche partiture sacre. Qualcuno le trovava così fresche e anche degne di un sigillo “ecclesiastico” da aver cancellato sulla partitura il nome del ragazzo di Pesaro e averci apposto il proprio, preceduto da un «don»”.

[Leggi l’articolo]

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione, per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Dovrai accettare l’uso dei nostri cookie per continuare a utilizzare il nostro sito web. Leggi l’informativa privacy e la cookie policy.