Rassegna stampa

Obiettivi, didattica, statalismo: i punti deboli della “riforma” Bianchi

― 18 Ottobre 2021

Fabrizio Foschi,  ilSussidiario.net, 18.10.2021

“In occasione della conferenza stampa del Governo del 7 ottobre sugli impegni di spesa del Pnrr in relazione alla scuola e all’università, sono stati esposti i piani di finanziamento e di riforma dei rispettivi ambiti. Su scuola e istruzione alquanto confusi, a dire il vero.

Si parte con le riforme. Quante sono, quali sono? Il ministro Bianchi ne enuncia tre che poi nell’illustrazione delle misure diventano quattro (o cinque?). Nell’ordine: la riforma degli istituti tecnico-professionali (o della formazione professionale? Boh!), quella degli gli istituti tecnici superiori (Its) e quella dell’orientamento a partire dalle scuole medie. En passant si fa riferimento al nuovo sistema di reclutamento dei docenti e alla formazione continua del personale insegnante (si tratta di una nuova riforma? Si tratta di un aggiustamento delle normative esistenti? Boh!)”.

[Leggi l’articolo]

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione, per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Dovrai accettare l’uso dei nostri cookie per continuare a utilizzare il nostro sito web. Leggi l’informativa privacy e la cookie policy.