Rassegna stampa

Storie ordinarie (ma drammatiche) di abbandono scolastico

― 12 Novembre 2021

Marco Lodoli, ilfoglio.it, 06.11.21

“Ogni anno qualche studente scompare nel nulla: è il fenomeno dell’abbandono scolastico, formula gelida sotto la quale inserire percentuali, tanti a nord e tanti a sud, e di questa età o di quest’altra, spariti dalle scuole tecniche o dai professionali o anche dai licei. Numeri asciutti dentro ai quali ci sono tante storie dolorose, silenzi e paure e visi che non rivedremo più, inghiottiti dalla città, dalla ferocia o dalla rassegnazione, dal vuoto o dal pericolo. Ogni mattina sono entrato in classe, un saluto e ho posato i libri sulla cattedra, e avevo quasi paura di portare lo sguardo verso quel banco, terza fila nell’aula grande. Fingevo di controllare gli appunti, mentre il chiasso del cambio d’ora lentamente si placava, fingevo di verificare se la lavagna elettronica era accesa, se c’era il collegamento, e ritardavo con ogni scusa l’attimo in cui avrei inquadrato negli occhi quel banco. Ma poi, inevitabilmente, dovevo farlo, con la speranza mista al timore, e il banco era vuoto.

Eppure i primi giorni, direi le prime due settimane Veronica era presente, e mi sembrava anche contenta di essere tornata a scuola, come se tra queste mura avesse trovato finalmente pace e protezione”.

[Leggi l’articolo]

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione, per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Dovrai accettare l’uso dei nostri cookie per continuare a utilizzare il nostro sito web. Leggi l’informativa privacy e la cookie policy.