Rassegna stampa

Tocca ai prof usare i dati Invalsi per migliorare i loro studenti

― 3 Settembre 2021

Alessandra Monda, ilsussidiario.net, 02.09.21

Mai come in questo anno i risultati delle prove Invalsi, ottenuti nei vari livelli di scuola ha avuto un così grande impatto mediatico. Si è sottolineato il divario fra le diverse aree del Paese e si sono attribuite le responsabilità dei risultati alla Dad.

La Didattica a Distanza, in realtà, in un contesto di emergenza, pur con tutti i suoi limiti, è stata una risorsa, ovvero un modo per continuare a mantenere una relazione con i ragazzi, per dare agli studenti una routine e per continuare ad offrire loro un servizio essenziale.

I risultati Invalsi, quindi, devono essere intesi come un’opportunità, ovvero come uno strumento di riflessione per gli insegnanti e gli Istituti in merito alle pratiche didattiche messe in campo, alla composizione delle classi, alle peculiari caratteristiche cognitive degli alunni, al contesto in cui si opera e alle risorse disponibili.

L’obiettivo è il successo formativo di ogni studente, assicurando a ciascuno la qualità dei processi di insegnamento.

[Leggi l’articolo]

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione, per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Dovrai accettare l’uso dei nostri cookie per continuare a utilizzare il nostro sito web. Leggi l’informativa privacy e la cookie policy.