Rassegna stampa

Una pallottola o Julien?

― 2 Dicembre 2019

A. D’avenia, Corriere della Sera, 02 dicembre 2019

Viviamo in un’epoca in cui ci si vergogna d’essere fragili. I sentimenti negativi sono banditi: debolezza, paura e lacrime sono vietati all’uomo-che-non-deve-chiedere-mai o alla donna-multitasking-supereroina, salvo poi trovarli prigionieri di una muta disperazione e di modelli che li stritolano, come vestiti tre taglie più stretti. I sentimenti dolorosi, che cancelliamo con distrazioni e auto-illusioni, sono soltanto messaggi dell’anima che sente l’incompiutezza e l’insufficienza della vita, sintomi onesti della nostra costitutiva fragilità…

Fonte: www.corriere.it/alessandro-d-avenia-ultimo-banco/19_dicembre_02/13-pallottola-o-julien-11bc795c-144d-11ea-9463-2153cf12a84f.shtml

13. Una pallottola o Julien? – Corriere.it

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione, per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Dovrai accettare l’uso dei nostri cookie per continuare a utilizzare il nostro sito web. Leggi l’informativa privacy e la cookie policy.