Rassegna stampa

Vietato dire «praticamente» in classe. La scelta di una scuola inglese e il dibattito in Italia

― 6 Ottobre 2021

Caterina Belloni, Corriere.it, 05.10.21

“Quante volte i professori italiani sono stati tentati di alzare gli occhi al cielo, perché gli allievi infarcivano interrogazioni e compiti in classe di parole come «praticamente» o «cioè»? Non sono i soli. È accaduto spesso anche ai loro colleghi britannici, per i quali però sembra essersi aperto uno spiraglio di speranza. La Ark All Saints Academy, una scuola superiore di Londra, ha infatti deciso di vietare l’uso dello slang in classe. Certi vocaboli o certe espressioni non si possono pronunciare, né tanto meno scrivere in un testo, pena un brutto voto e una ramanzina. La lista diffusa a studenti e allievi inizia proprio con basically, che si potrebbe tradurre con «praticamente» e prosegue con una serie di locuzioni e frasi fatte, che in realtà sono diffuse anche in canzoni, poesie, testi giornalistici”.

[Leggi l’articolo]

Utilizziamo i cookie per assicurarti la migliore esperienza di navigazione, per personalizzare contenuti, per fornire funzionalità dei social media e per analizzare il nostro traffico. Dovrai accettare l’uso dei nostri cookie per continuare a utilizzare il nostro sito web. Leggi l’informativa privacy e la cookie policy.